Dream House – un attico in piena Oslo

Siamo giunti a metà della settimana e per darci un pizzico di carica in più per arrivare fino al weekend abbiamo pensato che sarebbe stato giusto un bel viaggetto in Norvegia!

Per la precisione vogliamo addentrarci in un appartamento all’ultimo piano di un palazzo storico nel pieno centro di Oslo dove design minimal ed elementi su misura regnano sovrani.

Il grande progetto, realizzato dallo studio Haptic Architects, è stato reso possibile grazie all’acquisto anche del sottotetto ampliando così le superfici e ristrutturando in profondità, così da creare un ampio e luminoso ambiente suddiviso in maniera molto tradizionale in zona giorno e zona notte, posta in maniera più privata sul piano del soppalco.

Al centro di tutto il progetto l’ottimizzazione, sia degli spazi sia della esposizione poco favorevole a Nord; ad ogni modo non hanno rinunciato ad un soffitto a doppia altezza nella zona living che consiste in un open space con tre finestre sul lato strada, affiancate da una panca in legno di larice disegnata su misura. Accanto, una cucina realizzata su disegno con caminetto integrato, a scaldare l’ambiente.

Arredi su misura e una scala sospesa: il fulcro del progetto. Photo by Simon Kennedy & Inger Marie Grini

Living e cucina in un open space. Photo by Simon Kennedy & Inger Marie Grini

La vera protagonista dell’intervento è la scala sospesa al soffitto in acciaio bianco verniciato a polvere che conduce al soppalco e alla zona notte composta da una camera da letto e un bagno caratterizzato da piastrelle di grandi dimensioni in pietra grigia così da sembrare “scavato nella pietra”.

Il soggiorno e la scala protagonista dell’intervento – Photo by Simon Kennedy & Inger Marie Grini

Il bagno si sviluppa su varie altezze. Photo by Simon Kennedy & Inger Marie Grini

Grandi piastrelle caratterizzano lo stile. Photo by Simon Kennedy & Inger Marie Grini

Ed infine la vista che si apre sui tetti della capitale.

Grandi aperture che consentono l’ingresso alla luce – Photo by Simon Kennedy & Inger Marie Grini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *