Quando l’interior design è pensato per i più piccoli: il metodo Montessori

Pubblicato da crisaledesign il

Torniamo a parlare delle camere per i più piccoli e questa volta lo facciamo ispirandoci a chi ne sapeva decisamente più di noi in quanto a metodi educativi per la crescita dei bambini, ovvero Maria Montessori.

La cameretta in stile Montessori è adatta a bambini in età prescolare (0-5 anni), perché, con l’inizio delle elementari a 6 anni, uno spazio all’interno dell’ambiente dovrà essere attrezzato per lo studio, con una scrivania, una sedia ergonomica e una libreria.

L’idea che guida l’arredo di una cameretta montessoriana è quella che il bambino cresca indipendente fin dai primi mesi di vita: perciò il letto, lo spazio giochi, la libreria dove riporli e l’armadio per i vestiti devono avere una dimensione proporzionata alla sua portata. Di solito questo aspetto rende la scelta un po’ costosa e vincolante: con il passare del tempo, infatti, tutti gli arredi dovranno essere sostituiti per adeguarli alla crescita. Per fortuna si riescono ad ottenere ottimi risultati con le più conosciute serie di Ikea: di seguito quindi ci limiteremo a spiegare solo le linee guida per la composizione del progetto.

L’area sonno

cameretta-montessori-idee-ikea

Sarebbe preferibile utilizzare un lettino basso, senza sbarre, in modo che il bambino possa salire e scendere autonomamente. Per questo spesso si usano i futon. Alcuni poggiano il materasso a terra su un tappeto, cosa tra l’altro prevista dalla Montessori, altri optano per un lettino alto tra i 40 e i 50 cm con delle piccole “sponde” laterali per evitare la caduta.  La rete dovrebbe essere in legno, a doghe, e il materasso alto e di qualità.

L’area gioco

IMG_5930

Ai bambini piace vivere ‘per terra’. Soprattutto da piccoli, lasciamo che giochino spesso scalzi o con scarpine adatte e inseriamo in cameretta un tappeto su cui giocare. Questo dovrebbe essere sicuro, ovvero munito di superficie anti scivolo sottostante, lavabile in lavatrice e possibilmente sensoriale, in modo da stimolare la fantasia sia dal punto di vista visivo, sia tattile.

Trovate posto anche per uno specchio da disporre alla sua altezza, con cui si possa divertire a guardare la propria immagine riflessa: l’importante è lo specchio sia stabile e non si corra il pericolo di ferirsi facendolo cadere.

Libreria e armadio accessibili

I bambini dovrebbero avere libero accesso ai libri, i quali vanno scelti in base all’età: a partire dai libri in stoffa o cartonati, fino alla letteratura per ragazzi. A questo proposito, in molti siti montessoriani, vengono scelte delle mensoline da appendere alle pareti ad altezza bambino, piuttosto che librerie vere e proprie. Arrichite queste superfici con dei piccoli quadretti che rapresentino delle belle figure:  il tema della natura è perfetto (quindi spazio ad animali, fiori e quant’altro!) e  un’immagine grande per ciascuna cornice aiuta a sviluppare la concentrazione.

Inoltre l’ideale sarebbe che il bambino, per vestirsi in autonomia, possa aprire l’armadio da solo e prendere i vestitini. Per evitare che l’inesperienza porti a dilatare i preparativi al mattino (si sa che il tempo è tiranno con tutti…!) potete mettere dentro l’armadio 5 o 7 contenitori su cui scrivere il giorno della settimana e poi riempirli insieme la domenica sera, condividendo le idee di abbigliamento e approfittandone per studiare insieme le stagioni, i materiali, gli abbinamenti dei colori, ecc…

mobili-contenitori-per-bambini-cameretta-montessori

ULTIMI CONSIGLI D’INTERIOR DESIGN

Cercate di salvaguardare la semplicità e lo spazioLa stanza dovrebbe avere colori neutri o tenui, come i classici colori pastello (azzurro, rosa, verde), oppure combinazioni di bianco e grigio, che insieme risultano contemporaneamente luminosi, ma calmanti. Come vi abbiamo già suggerito in altre occasioni tenete l'”architettura” il più uniforme possibile, lasciando il colore a cuscini, tende, coperte e agli inevitabili giochi che saranno disposti nella stanza.

Scegliete preferibilmente tessuti lavabili e in cotone 100% (sia per le tende, che per la biancheria del letto) e materiali naturali come legno, lana, seta.

Adesso siete veramente pronti per fare il vostro progetto…Attendiamo notizie!

Sorgenti: La cameretta Montessori di Oliver tutta Ikea — e come farla – Uncategorized – La Tela di Carlotta e  Cameretta Montessoriana: come arredare e organizzare gli spazi | Mamma Felice


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *