L’icona: Piero Fornasetti

Forza e coraggio, mancano poche ore al meritato weekend! Il nostro ultimo compito della settimana è raccontarvi la storia di un artista geniale, uno dei più grandi designer milanesi e dei maggiori esponenti della creatività italiana del XX secolo: Piero Fornasetti.

Le sue opere e le sue stampe rappresentano un patrimonio inestimabile e l’eccellenza del Made in Italy più riconosciuto all’estero.

Dopo un viaggio in Africa realizza una collezione di foulard di seta che attira l’attenzione dell’architetto Gio Ponti con il quale lavorerà molto nel corso degli anni. Ma se vi state sforzando di ricordavi quale sia la sua opera più importante vi diamo qualche indizio: un volto, o meglio l’inconfondibile volto della sua musa, la cantante lirica Lina Cavalieri dalla bellezza classica ed enigmatica, diventata icona dell’artista tanto da renderla il soggetto unico, dalle innumerevoli interpretazioni, di “Tema e Variazioni”, linea di cui esistono più di 300 versioni.

La sua musa: Lina Cavalieri

Lo stile Fornasetti è uno stile eclettico contraddistinto da alcuni decori che si ripetono: carte da gioco, volti greci, mongolfiere, colonne, capitelli, carte geografiche, foglie e farfalle, solo per citare alcuni.

Piero Fornasetti

Oggi la sua preziosa eredità è nelle mani del figlio Barnaba, che riedita e progetta nuovi pezzi e decori: dagli inconfondibili vassoi alle carte da parati, dai piatti alle piastrelle e ai complementi tessili. Ha portato nelle nostre case oggetti ormai quasi privati del loro uso originale, per diventare invece opere d’arte che vogliono arredare e completare gli ambienti.

Scatola portaoggetti

Carta da parati

Vassoio

Linea “Macchine volanti” – Piero Fornasetti per Ceramiche Bardelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *