Il BLU di Giò Ponti – Eleganza vintage al Cersaie

Pubblicato da crisaledesign il

Cosa succede quando si uniscono i due “must have” della stagione, ovvero la decorazione geometrica e il colore blu, di cui abbiamo ampiamente scritto nei post precedenti? Che ci si tuffa nel passato e si riscoprono le meravigliose ceramiche disegnate da Giò Ponti tra il  1960 e il 1962 per l’Hotel Parco dei Principi di Sorrento, il primo hotel design al mondo.

Grazie all’impegno dell’azienda Ceramica Francesco De Maio, che ha ottenuto la licenza per la riproduzione del progetto originale, a partire da quest’anno sarà possibile riutilizzare 30 decori bianchi e blu ideati dall’architetto e designer italiano, che, affascinato dalle maioliche artigianali, tra gli anni ’50 e ’70 lavorò a stretto contatto con la ex Ceramica D’Agostino per creare un prodotto esclusivo. Nacquero così le ceramiche  “Blu Ponti” caratterizzate da due colori unici, grazie ad una particolare miscela di pigmenti, declinati in tinta unita e da in serie di decorazioni geometriche e naturalistiche, che ripropongono ed enfatizzano il lessico della tradizione.

Al Cersaie, Ceramica Francesco De Maio ci ha colpito per la cura e la freschezza dell’allestimento – sembrava quasi di poter respirare l’aria del mare – e anche per gli arredi, proposti nel catalogo come nuovo prodotto in continuità con l’idea originale del progetto alberghiero.

“Nel presente ci rappresentiamo il passato e intuiamo il futuro”. 

Gio Ponti

1

2

3

4

5

[fotografie di crisaledesign e arch. Silvia Vai]

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *