UNA NUOVA PIAZZA A VENEZIA

Pubblicato da crisaledesign il

Un nuovo e interessante progetto sarà realizzato a Venezia e riguarderà la famosa Piazza San Marco: dopo una competizione internazionale indetta dalla compagnia di assicurazioni Generali, l’archistar britannico David Chipperfield si è aggiudicato il restauro delle Procuratie Vecchie consentendone la riapertura dopo oltre 500 anni.

Il progetto dell’imponente edificio, completato da Jacopo Sansovino nel sedicesimo secolo, ha come obiettivo la realizzazione della sede di una sorta di hub filantropico, The Human Safety Net, un progetto benefico per il supporto delle comunità più vulnerabili, attorno a cui sarà creato un network di persone che aiutano altre persone.

Procuratie Vecchie © David Chipperfield Architects

Ripassiamo in breve la storia per capire quanto l’intervento sia delicato: dal XII° secolo la vita del palazzo si intreccia con quelle di Dogi e procuratori fino all’incendio di cinquecento anni fa che ne impose la demolizione e ricostruzione: da allora la paternità del progetto si perde nel buio di una documentazione incerta. È nel 1832 che Generali vi apre all’interno il suo primo ufficio – da cui il Leone di San Marco simbolo aziendale – dove opererà fino agli anni ’80.

Interni delle Procuratie Vecchie nel progetto di David Chipperfield  © David Chipperfield Architects

L’architetto dovrà misurarsi con le 50 arcate, i 152 metri di lunghezza, i tre ordini culminanti in più di 100 finestre: un edificio monumentale e così carico di storia che con il tempo ha smesso di vivere diventando un luogo chiuso e deserto. “Riaprire le Procuratie significa riconsegnarle alle persone, come luogo amato e fonte di ispirazione. Per questo l’organizzazione degli interni, da verticale, diventerà orizzontale.”

“Il lavoro in sinergia con Generali mira a creare uno spazio dinamico che rappresenti la missione globale di The Human Safety Net e allo stesso tempo preservi l’imponente bellezza e storia degli edifici.”

Interni delle Procuratie Vecchie nel progetto di David Chipperfield  © David Chipperfield Architects

L’intervento si inserisce in un progetto più ampio che riguarda tutta l’area di Piazza San Marco: saranno infatti riqualificati anche i Giardini Reali creando una continuità tra la laguna, i giardini e la piazza. Saranno anche ricreati alcuni percorsi storici: si potrà raggiungere piazza San Marco direttamente dal Bacino attraversando un ponte levatoio, che sarà rimesso in funzione, e da lì si potrà arrivare alle Procuratie Vecchie e percorrerle fino al Palazzo Reale.

I lavori dovrebbero concludersi tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *