Dreamhouse portatile – una piccola casa di legno galleggiante

Buon giorno e buon lunedì a tutti!

Sdrammatizziamo un po’ la sequenza di articoli natalizi, con una bella “casa dei sogni” adatta a tutti! Il progetto sperimentale, , realizzato da Ivan Ovchinnikov dello studio BIO architects, è un piccolo modulo abitativo in legno, ultracompatto ed ecosostenibile che galleggia sull’acqua.

casa-in-legno-ultracompatta-ecosostenibile-galleggiante-bio-architects

BIO architecs

Dove si trova? Non ha un indirizzo fisso: questa casa in legno ultracompatta, infatti, è pensata come rifugio per gli esploratori più temerari ed è perfetta per laghi ad alta quota, Polo Nord, Polo Sud, località remote e inaccessibili, dove è impossibile costruire. Al momento, però, l’unico prototipo esistente sta galleggiando su uno specchio d’acqua nei pressi di Mosca, ma la sua versatilità e facilità di installazione potrebbero favorirne la diffusione in molte località remote del globo.

Come è costruita? Per realizzare questo progetto non serve avere un cantiere in loco né operai. La casa, infatti, è prefabbricata e pre-assemblata e può essere trasportata con un elicottero!

Per questo motivo (e per il fatto che deve galleggiare) l’attenzione al peso di ogni singolo elemento è massima: legno lamellare per la struttura e alluminio per il rivestimento; tra i due strati si interpone una schiuma poliuretanica coibentante, in modo da isolare lo spazio interno dalle rigide temperature dei luoghi per cui è pensata.

Come è l’interior design? Come tutte le architetture compatte, al suo interno lo spazio è reversibile, caratterizzato da arredi pieghevoli a scomparsa e tante nicchie salvaspazio, ma le finiture sono quelle tipiche di una abitazione contemporanea. Non mancano inoltre i comfort di una vera casa: c’è un bagno con doccia, un letto matrimoniale, una cucina con tavolo da pranzo e uno spazio libero dove è possibile installare una stufa a legna. Inoltre la grande vetrata sul prospetto principale, oltre a incorniciare viste mozzafiato del paesaggio, favorisce l’illuminazione naturale.

Come funzionano gli impianti? Dal punto di vista energetico questa piccola casa di legno è completamente autonoma: tutti i sistemi elettrici sono alimentati a energia solare mentre l’acqua è prelevata direttamente dal lago.

Vi abbiamo colpito con questo progetto? A voi la parola!

Fonti: www.bio-architects.com, ElleDecor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *