Tutto si può progettare, anche la baracca per gli attrezzi e la legna!

Pubblicato da crisaledesign il

In campagna o in montagna, la necessità di avere uno spazio di rimessa, per legna e attrezzi, è irrinunciabile. Spesso si tratta di spazi “cadaverici”, trascurati e fatiscenti, che perdono anche un po’ la loro funzionalità, ma che per abitudine e/o affezione fatichiamo a rinnovare. Inoltre spesso si pensa: “Non c’è bisogno di un progetto per costruire una baracca!”

E invece sì!…

..per tanti motivi: di carattere amministrativo e burocratico prima di tutto; di tipo distributivo e funzionale, dal momento che la baracca, nonostante le sue dimensioni irrisorie, include in sé una serie di funzioni che si esplicitano in altrettante soluzioni formali. Infine, come potete vedere dalle immagini seguenti, perchè il risultato materiale di un pensiero elaborato nei minimi dettagli conferisce senza dubbio un valore aggiunto all’intervento!

Stato di fatto della baracca prima dell’intervento. © StudioErrante Architetture

Il progetto. © StudioErrante Architetture

© StudioErrante Architetture

Il progetto di StudioErrante su questo tema ci ha molto colpito. Ragionando sullo spazio a disposizione, infatti, gli architetti hanno attribuito più funzioni alla baracca, alcune già preesistenti, altre completamente nuove e creative! Così la baracca non è più solo un  dispositivo di delimitazione spaziale che definisce il limite tra  la strada e la proprietà privata, nè una semplice legnaia, ma è diventata anche una zona di lavoro e servizio allʼarea esterna della casa. Infatti, al suo interno, c’è un capiente lavandino all’interno per lavare frutta e verdura appena raccolta, o semplicemente per sciacquarsi le mani dopo aver lavorato. Sull’angolo invece è stato ricavata una nicchia, che può essere utilizzata come spazio per suonare la chitarra (come fa il proprietario), per prendere il sole, oppure come cuccia per l’amico a 4 zampe.

Grazie alla competenza dei progettisti, inoltre, il capanno finalmente funziona correttamente: non è più un posto umidiccio, alle intermperie e scomodo per stoccare la legna, ma grazie alle fessure che caratterizzano l’involucro di legno viene garantita l’aerazione necessaria all’essicazione del legname.

 

© StudioErrante Architetture

L’intervento è caratterizzato da pochi materiali e tanti dettagli, che nel complesso creano un disegno convincente e molto curato: il cemento armato è usato per basamento, murature e cordoli. Il legno per quasi tutto il resto.

© StudioErrante Architetture

© StudioErrante Architetture

Fonte: Zerounicipiù

Video


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *