Un caffè artistico

Questa mattina vi vogliamo portare a prendere il caffè in un luogo affascinante di Milano, si tratta della caffetteria LùBar alla GAM.

La location è a dir poco affascinante: in una moderna serra situata nel portico sud di Villa Reale trovano posto arredi su misura prodotti in Marocco, il piano lavoro del bancone bar proveniente da Berlino e un mix di colori e materiali che spaziano dal marmo alle pietre. A riscaldare i toni neutri, la componente del verde che scalda e tiene insieme il tutto diventando il vero protagonista.

Ad arredare il porticato della Villa Reale del ‘700: il monumento Lambertenghi di Berthel Thorvaldsen unito ai tavolini, sedie e vasi su misura prodotti in Marocco.

ll bancone del bar sotto le luci da festa paesana sembra malachite, si tratta invece di plastica riciclata.

La caffetteria della galleria è stata data in concessione a LùBar, il progetto di street food nato in Sicilia nel 2013 dai tre fratelli Bonaccorsi: con lo slow street food sono partiti dalla Sicilia, coinvolgendo poi tutta l’Italia per arrivare a Milano e trovare una sosta fissa.

All’interno del cortile, il lounge esterno della caffetteria vuole ricordarci un chiringuito.

In una un’ atmosfera rilassata, anche il menù – verace ma non troppo- viene servito nelle ceramiche di Caltagirone.

Chiamate ironicamente ‘scudedde’, le ceramiche di Caltagirone vengono utilizzate per servire alcuni dei piatti principali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *