Anno nuovo, manutenzione da programmare!

Con il nuovo anno e, soprattutto, con la proroga degli incentivi sulle ristrutturazioni e un piccolo gruzzolo da parte, potremmo programmare il rinnovo del bagno o della cucina nei nostri appartamenti!

Come avevamo potuto già ammirare a settembre in occasione del Cersaie, sul mercato non mancano finiture e materiali interessanti e a prezzi contenuti. Così possiamo pensare di realizzare un ambiente super chic, “da rivista”, con un grés effetto pietra, come nella collezione di My Stone di Marazzi, che vanta un ampio ventaglio di scelte, tra colori scuri, di grande impatto visivo, e quelli più chiari e caldi, che imitano la lavorazione “a spacco”.

Marazzi, mosaico 3d effetto pietra

Dettaglio del mosaico

Di grande tendenza ormai da qualche anno e di sicuro successo anche per il 2017, l’effetto cemento dalla forte matericità e dal carattere industriale e grezzo, che si ispira a manufatti artigianali, si può ritrovare nella collezione Memento di Marazzi.

Marazzi, Memento

Per gli amanti del legno, che vorrebbero utilizzarlo anche in bagno o in cucina e non osano scegliere il parquet trattato, ecco la nuova collezione Treverkmust sempre di Marazzi. Non possiamo negarlo, l’aspetto del legno naturale, la sua temperatura superficiale e il suo profumo sono caratteristiche irriproducibili in un grés porcellanato, ma la texture è fedele e di grande effetto!

Marazzi, Treverkmust

Infine vi suggeriamo, come sempre, di aprire le vostre vedute e lasciar perdere i vecchi cliché che prevedono di usare la carta da parati solo nei salotti o nelle camere da letto: infatti con le carte viniliche o in fibra di vetro di London art si ottengono superfici uniformi, resistenti all’usura e all’umidità e davvero sorprendenti! Sono adatte sia su singole pareti, per creare un’effetto unico e attirare l’attenzione in una certa direzione, oppure, con un disegno semplice e leggero possono essere utilizzate su tutti i muri per ottenere una scena ricca e piena.

Carta da parati London Art

[Foto scattate da crisaledesign e dall’arch. Silvia Vai]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *